Consulenze infettivologiche

https://www.studiomedicolegalemoschella.com/v2/wp/wp-content/uploads/2019/03/infettivologica_742x350-742x350.png

L’infettivologia è quella branca della scienza medica che studia le malattie causate da agenti “infettanti” esterni all’organismo quali sono i batteri, i virus, i miceti o funghi ed i protozoi, che stabiliscono con l’uomo un rapporto di parassitismo obbligato. Il processo infettivo è sempre il risultato del rapporto tra il parassita, che sfrutta le risorse dell’ospite, e le difese immunitarie dall’organismo umano che cercano di neutralizzarlo e di attenuare la sua azione patogena. Quando le difese immunitarie sono scarse, perché insufficienti o inefficienti a causa di altre patologie, si manifesta lo stato d’infezione. Esso può condurre a malattia, in forma sub-acuta o in forma acuta, o in forma cronica, oppure trasformare l’ospite in “portatore sano” oppure evolvere verso la guarigione.

Questo rapporto tra parassita obbligato ed ospite, determina la malattia. L’evoluzione verso la malattia è influenzata da fattori propri caratteristici del parassita e dell’ospite. Fattori come il tipo e il grado di esposizione al germe patogeno, la via d’infezione attraverso cui si realizza il contagio, i comportamenti a rischio che facilitano l’ingresso del parassita, la carica infettante cioè il numero di germi presenti, le condizioni climatiche, l’integrità psico-fisica dell’ospite, l’efficienza dei suoi meccanismi di difesa ed il suo sistema immunitario, sono tutti fattori che condizionano la comparsa della malattia.

La conoscenza di questi fattori permette al medico d’intervenire anche prima che la malattia si manifesti, attraverso la prevenzione primaria o appena riconosce i primi segni dell’infezione da quel determinato agente patogeno (prevenzione secondaria) impedendo che esso esprima la sua patogenecità.

Il medico può intervenire migliorando le difese dell’ospite, interagendo cioè con il parassita ed impedendo che esso arrivi nella sede d’organo in cui può facilmente replicarsi, oppure attivare anticorpi specifici mediante vaccini che contengono gli antigeni in grado di farli produrre o potenziando le cellule che formano gli anticorpi attraverso farmaci specifici. Interferire sulle caratteristiche del parassita, usando farmaci in grado di impedire la loro penetrazione all’interno delle cellule, attraverso la membrana citoplasmatica, oppure inibendo la loro moltiplicazione oppure ostacolando la loro diffusione, oppure usando farmaci “anti-bios” cioè che impediscono la vita di questi germi come gli antibiotici.

Sulla collettività si agisce con la prevenzione primaria e secondaria, mediante programmi d’intervento “sociale” come le campagne di vaccinazione, finalizzati all’eradicazione di quel determinato germe e della malattia che diffonde.

L’infettivologia studia quindi molte malattie anche gravi che possono causare la morte agendo su microrganismi invisibili ad occhio nudo, ma solo al microscopio ottico o elettronico, che a volte possono essere isolati ed identificati in laboratorio su specifici terreni di coltura, in cui si moltiplicano. E’ anche possibile mediante l’antibiogramma “saggiare” in laboratorio a quali antibiotici quel determinato germe isolato è sensibile, in modo da poter poi utilizzare l’antibiotico efficace. Molti parassiti entrano nell’organismo per via oro-fecale, o per via ematica o per via aerea o attraverso i rapporti sessuali. Questo gruppo di parassiti danno origine alle malattie “sessualmente trasmissibili”. Anche durante la gravidanza alcuni parassiti possono essere trasmessi dalla madre al nascituro per “ via materno-fetale” . Altri parassiti invece raggiungono l’uomo attraverso vettori , in genere insetti, attivi o passivi, se veicolano il parassita passivamente o attivi se nel loro organismo il parassita compie alcune fasi della sua riproduzione. Le zanzare sono vettori attivi, le mosche e ed altri tipi di insetti vettori passivi. L’igiene del corpo e il frequente lavaggio delle mani con acqua e sapone permette di prevenire un gran numero di infezioni, perché impediscono il passaggio di molti germi attraverso la cute e le mucose.

Molte malattie a trasmissione sessuale possono essere prevenute con l’opportuna e l’accurata igiene degli organi genitali.

Le malattie infettive in base al tipo di parassita si classificano in:

  • Malattie causate dai batteri gram negativi o gram positivi
  • Malattie causate da virus a RNA o a DNA
  • Malattie causate da funghi di varie specie (dette micosi)
  • Malattie causate da prioni (sottospecie di virus ad infezione lenta e cronica)
  • Malattie causate da insetti vettori attivi o passivi
  • Malattie causate da protozoi o da animali domestici: antropo-zoonosi
  • Malattie causate da endo-saprofiti intestinali
  • Malattie causate da vermi o dalle loro spore: elmintiasi
  • Malattie comuni ai tropici e più rare in Europa , come la malaria, la schistosomiasi, la febbre gialla, il dengue ecc...

Il dottor Moschella esegue visite infettivologiche e trattamenti farmacologici specialistici, per questo genere di malattie, quando non sia necessario il ricovero ospedaliero. In particolare si occupa di:

  • Infezioni da HIV (AIDS)
  • Infezioni da HAV (epatite A)
  • Infezioni da HBV (epatite B)
  • Infezioni da HCV (epatite C)
  • Infezioni da agenti virali, batterici o da protozoi
  • Infezioni sessualmente trasmissibili (MST)
  • Sifilide
  • Gonorrea
  • Infezioni da Chlamydia trachomatis
  • Infezioni da papova virus responsabili di condilomi genitali
  • Pareri su trattamenti farmacologici in atto
  • Test diagnostici specifici
  • Consulenze sui trattamenti
  • Vaccinazioni facoltative
  • Consulenze previdenziali per usufruire dei benefici di legge

 

Tariffe:

  • Prima visita infettivologica € 150,00
  • Seconda visita infettivologica e successive visite di controllo € 120,00
  • Vaccinazioni internazionali € 50,00 (costo del vaccino a parte)
  • Vaccini facoltative € 30,00 (costo del vaccino a parte)
  • Visita per il monitoraggio dell'epatite cronica da HBV da € 120,00 a € 150,00
  • Visita per il monitoraggio dell'epatite cronica da HCV da € 120,00 a € 150,00

Richiedi informazioni